COME DIFENDERSI NEI CASI PREVISTI DALL'ART. 380 DEL CODICE PENALE OVVERO IL PATROCINIO E LA CONSULENZA TECNICA INFEDELI

 

 

<>

MANUALE DI AUTODIFESA

 

L'art. 380 del Codice penale stabilisce che: "Il patrocinatore  o il consulente tecnico, che, rendendosi infedele ai suoi doveri professionali, arreca nocumento agli interessi della parte da lui difesa, assistita o rappresentata dinanzi all'Autorità giudiziaria o alla Corte penale internazionale, è punito con la reclusione da uno a tre anni e con la multa non inferiore a cinquecentosedici euro....".

L’infedele patrocinio, cioè il tradimento del cliente in giudizio da parte del proprio patrocinatore o consulente, è un reato tra i più ignobili.

Il cliente può, comunque, ben difendersi nell’ambito delle vigenti Leggi.

ALCUNE BREVI INDICAZIONI:

Conservate questo foglio STAMPATELO E DISTRIBUITELO: potrebbe essere utile.

Per difendere i tuo diritti rivolgiti ad:

ASSOCITTADINI ASSOCIAZIONE DEGLI UTENTI E DEI CONSUMATORI

Via Ludovisi 35 p. 2 in. 4 - 00187 Roma

Sportello telefonico 0630891957 - 3476616218

Internet http://www.associttadini.it/ - Email contatto@associttadini.it